“Dodeca ” di Anna Saba

Dodeca da Pitagora a Depero
Dodici libri come dodici scrigni. Dodici libri come dodici luoghi di accadimenti e rinvenimenti estetici. Anna Saba si ispira all’oggetto libro e al suo ruolo di modulo comunicativo per scrivere le tappe di un fecondo racconto affidato alla dimensione della memoria, quella personale, intesa come luogo dell’esperienza e della conoscenza. Fogli di rame incisi e una legatura fatta di marmo e di robusti bulloni riscattano la muta funzione del supporto cartaceo propria del libro, rendendo significante la materialità dell’opera. Esplicito è il rimando al “libro imbullonato” di Fortunato Depero, progettato nel 1927, significativo simbolo dell’ideologia artistico letteraria del movimento futurista. I libri scultura di Anna Saba, smontabili come quelli di Depero, conservano le caratteristiche di leggibilità e nelle “pagine” interne il racconto si sviluppa sotto il segno di una narrazione alogica. Se la scelta di disporre i libri in gruppi secondo una formula che rimanda alla terna pitagorica – 3, 4 e 5 – dà vita ad una composizione apparentemente rigida e poco flessibile, le linee sinuose e sempre mutevoli tracciate in ognuna delle dodici pagine iniziali dal serpente, a simboleggiare la lunga storia del movimento Plexus, generano, invece, il caos e suggeriscono indeterminatezza e libertà. Alle prime ricerche dell’artista, condotte nell’ambito di Plexus, rimandano i lavori in mostra realizzati con la tecnica del collage: quelli dentro i libri e quelli che vivono liberamente come opere singole. Questi ultimi si compongono di immagini astratte, ricche di simboli, da quelli esoterici del triangolo e del cerchio alle mani, le “prime amiche del cervello”, come le ha definite l’artista, ad esaltare l’importanza del senso del tatto nella fruizione dell’arte.
Pamela Ladogana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi